Occhiali Da Sole Ray Ban Classici

De Il Codice da Vinci si è detto e scritto a dismisura tanto da costruire un’attesa per il film decisamente al di là delle sue qualità. Ron Howard è un regista che ci ha offerto film interessanti come A Beautiful mind e Cinderella Man, ma oggi si presenta nei panni di un narratore di cinema di genere che ritma la sua caccia al tesoro con qualche lampo di violenza di troppo. Avrebbe potuto lavorare su quello che il romanzo offriva di interessante, come ad esempio la tensione verso un ruolo maggiore della donna nella Chiesa, invece si limita a seguire il plot di base.

Ma i due che gli diedero la fama furono il western Johnny Guitar (1953), incentrato su una parodia dei due protagonisti ben lontani dai mitici pistoleri del genere, sul tema dell’odio e dell’amore e della rivalità, e l’esemplare ritratto esistenziale Gioventù bruciata (1955), con J. Dean “ribelle senza una causa”, pellicola che analizza in primo luogo le forme tradizionali del comportamento giovanile con i caratteristici eccessi, la ricerca di affetto, l’incomunicabilità e la disperazione esistenziale. L’insuccesso dei kolossal Il re dei re (1961) e55 giorni a Pechino (1963) provocò una lunga eclisse, dalla quale riemerse con un tentativo sperimentale di inchiesta in un campus universitario realizzato con i suoi studenti alla New York University ( We Can’t Go Home Again, 1972) e con alcune partecipazioni come attore.

Non mi sembra, come ha scritto qualcuno, un film anti leghista, il movimento politico è preso solo con ironia, ma per nulla criticato; il padre di Marika ragiona come qualunque militante di partito, come ad esempio Peppone nei films di Don Camillo che ragionava secondo le direttive del suo partito! Mi sembra anzi, un film cattolico (equiparazione dei gay agli eteresessuali a parte) dove viene fatta vedere bene l’opera costruttiva della parrocchia nei confronti degli emarginati! Tutto sommato una simpatica fiaba a lieto fine!CADO DALLE NUBI (IT, 2009) diretto da GENNARO NUNZIANTE. Interpretato da CHECCO ZALONE, GIULIA MICHELINI, DINO ABBRESCIA, FABIO TROIANO, IVANO MARESCOTTI, RAUL CREMONA, GIGI ANGELILLO, ANNA FERRUZZO, LUDOVICA MODUGNO, CLAUDIA PENONI, STEFANO CHIODAROLI, IVANA LOTITO, FRANCESCA CHILLEMI, PEPPINO MAZZOTTAQuesto film nasce da una scommessa: il cantante di musica demenziale Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone (che in dialetto pugliese sta ad indicare un quindi un tamarro a tutti gli effetti), vuole girare il suo film d il quale presenta pure un forte carattere autobiografico. Interpretato da CHECCO ZALONE, GIULIA MICHELINI, DINO ABBRESCIA, FABIO TROIANO, IVANO MARESCOTTI, RAUL CREMONA, GIGI ANGELILLO, ANNA FERRUZZO, LUDOVICA MODUGNO, CLAUDIA PENONI, STEFANO CHIODAROLI, IVANA LOTITO, FRANCESCA CHILLEMI, PEPPINO MAZZOTTAQuesto film nasce da una scommessa: il cantante di musica demenziale Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone (che in dialetto pugliese sta ad indicare un quindi un tamarro a tutti gli effetti), vuole girare il suo film d il quale presenta pure un forte carattere autobiografico.

Leave A Reply